Daniele Buetti

Bio

È nato a Friburgo nel 1955. Vive e lavora a Zurigo.
Il lavoro di Daniele Buetti esplora la ricerca dell’identità personale in uno stanco mondo dominato dai media e dai desideri dei consumatori. L’artista è internazionalmente conosciuto per i suoi light boxes, le fotografie e le installazioni con soggetto disturbanti modelle deturpate con artificiali scarificazioni. La decostruzione della superficie in contrasto con la presenza del contenuto e dell’aurea sono temi ricorrenti nel suo multiforme lavoro.

Le numerose esposizioni a lui dedicate includono Haunch of Venison Zurich, Kunsthalle Recklinghausen, Kunstmuseum Mühlheim, Swiss Institute New York (all 2008). Tra le recenti collettive ricordiamo Haunch of Venison London, Fotomuseum Winterthur, Tinguely Museum (all 2009) così come NRW Forum, Sprengel Museum Hannover and Helmhaus Zurich (all 2008).

Il lavoro di Buetti è nelle collezioni pubbliche del Daimler Art Collection, del Fotomuseum Winterthur, del IVAM Valencia, del Kunstmuseum Bern, del Kunsthaus Zurich, del Migros Museum Zurich, del Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia, Madrid, del Thyssen-Bornemisza Contemporary Art Foundation, del Wilhelm Lehmbruck Museum Duisburg e del ZKM Karlsruhe.

Dal 2004 è professore dell’Accademia di Münster in Germania.